Gressoney: vivere in una fiaba

[local Viaggiaresostenibile]

Gressoney-Saint-Jean  è immersa tra le montagne e i boschi, è un piccolo paese vicino ad Aosta, interessante per la vista offerta sul ghiacciaio del Lyskamm e sul Monte Rosa. La storia di Gressoney è strettamente legata alla comunità Walser, una popolazione di origine germanica, il patrimonio tradizionale, mantenuto vivo dal Centro Culturale Walser e dal gruppo folkloristico, si riflette ancora oggi nell’architettura originale con i tipici stadel, nella lingua parlata, il Titsch, e nel prezioso costume femminile, indossato anche dalla Regina Margherita di Savoia, che trascorreva a Gressoney le sue vacanze estive. La prima sovrana d’Italia, grande amante della montagna, diede un grande impulso allo sviluppo di questi luoghi, che divennero meta di molti turisti.

📸 Da vedere a Gressoney

ll Castello dei Savoia che con la sua bellezza fa sentire chiunque lo visiti, come se fosse in una fiaba. 

Esso è stato realizzato nei primi anni del 1900 dalla Regina Margherita di Savoia, che amante del Monte Rosa, scelse Gressoney proprio per la vista che le regalava sul suo Monte preferito. 

La dimora ospitò la Regina durante i suoi soggiorni estivi fino al 1925, un anno prima della sua morte. 

Il castello divenne proprietà della Regione Autonoma Valle d’Aosta nel 1981.

L’interno, raffinato ed elegante, è un omaggio alla sua sovrana, il cui nome è raffigurato ed evocato un po’ ovunque. Decori architettonici, ricercate boiseries, magnifici arredi di ispirazione medievale ricordano il gusto e la raffinatezza della regina.

All’esterno, un affascinante giardino botanico circonda il castello, dove è possibile ammirare numerose specie botaniche alpine, che d’inverno si colora di bianco con le numerose nevicate che vi sono.

Orari del Castello:

Da ottobre a marzo: dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00 Chiuso il lunedì

Chiuso il 25 dicembre e il 1° gennaio

Da aprile a settembre: dalle 9.00 alle 19.00, tutti i giorni

Costi: 

Intero: € 5,00

Ridotto: € 3,50 (comitive di almeno 25 persone paganti, studenti universitari, convenzioni specifiche)

Gratuito: Bambini e ragazzi fino a 25 anni compiuti.

Soggetti portatori di handicap in possesso della certificazione di cui alla legge 104/92 e loro accompagnatori.

Insegnanti e accompagnatori di scolaresche, in proporzione di 1 ogni 10 alunni.

Possessori dell’Abbonamento Musei Piemonte e Lombardia.

Come raggiungerlo

Per raggiungere il castello è necessario uscire dal casello autostradale di Pont-St-Martin e seguire le indicazioni per la valle di Gressoney. Dopo aver percorso l’intera vallata, si raggiunge la località di Gressoney St-Jean.  Prima di raggiungere il centro paese, girare a sinistra seguendo le indicazioni per il castello. Il parcheggio dei bus e delle auto (gratuito) si trova a fianco del viale d’ingresso, da lì una facile strada immersa nel parco permette in 10 minuti circa a piedi di raggiungere la biglietteria. Altrimenti se arrivate in treno alla stazione di Pont Saint Martin, potete prendere l’autobus di linea che vi porta direttamente a 10 minuti a piedi dall’entrata del Castello. 

Poco distante si trova il Romitaggio Carducci, una casetta dedicata alla memoria del poeta che fu spesso ospite di Gressoney, dove compose diverse poesie in onore della Regina, ma anche altre ispirate alla bellezza della valle come “In riva al Lys” e “Mezzogiorno alpino”.

La visita a Gressoney-Saint-Jean comunque vale la pena anche solo per passeggiare nel nucleo vecchio dell’abitato e fare shopping nei suoi negozietti. 

Nei pressi del borgo si trova anche il lago Grover, di origine artificiale, circondato da pini e abeti secolari: bellissimo il panorama sul Monte Rosa. E’ una destinazione ideale sia per le famiglie, che trovano un ampio parco giochi attrezzato, sia per chi desidera praticare la pesca sportiva (d’estate) o pattinare (d’inverno). Una passeggiata nel bosco di 30 minuti collega il lago al Castello Savoia – il sentiero, inutile dirlo, è chiamato Passeggiata della Regina.

💡 Dritte BeLocal: Gressoney


Per andare a visitare il Castello, vi consiglio di andare nel pomeriggio, in quanto il Monte si colorerà di Rosa proprio in quel momento e potrete godere di una vista unica e imperdibile.

🏠Dove alloggiare a Gressoney

Per poter visitare Gressoney e i borghi vicini, il mio consiglio è quello di soggiornare ad Aosta, in questo modo potrete vistare anche quest’ultima che soprattutto d’inverno con le mille lucine natalizie, vi regalerà un soggiorno meraviglioso. Io ho soggiornato presso Aosta Centre Apartment, piccolo e grazioso appartamento con tutti i comfort, nel pieno centro della città, vicino alla stazione di Aosta e a prezzi contenuti! 

Rispondi