Torta di riso genovese

[food local romina_condemi]

La torta di riso genovese è una torta salata preparata con ingredienti semplici ma sostanziosi.

Come molto spesso accade alle ricette tradizionali, anche quella della torta di riso ha subito nel tempo numerose variazioni. La versione “originale” preparata dalle nonne prevede l’uso della Prescinsêua, un formaggio fresco tipico del genovesato dal sapore lievemente acidulo non sempre facile da trovare al di fuori della Liguria. Si può eventualmente sostituire con lo stracchino (anche se non avrà mai lo stesso sapore!).

Ingredienti

Per l’impasto:

  • 250 gr di farina 00
  • 100 ml di acqua
  • 2 cucchiai di olio d’oliva (extravergine)
  • q.b. di sale

Per il ripieno:

  • 300 gr di riso (Carnaroli o per risotti)
  • 500 ml di latte
  • Facoltativo: 150 gr di prescinseua
  • 50 gr di parmigiano (grattugiato)
  • uova
  • Facoltativo q.b. di noce moscata
  • Maggiorana o altre erbe aromatiche
  • q.b. di sale

Procedimento

Prepariamo la pasta: uniamo tutti gli ingredienti insieme e aggiungiamo progressivamente acqua tiepida finché l’impasto non sarà sufficientemente morbido ed elastico. Una volta formato l’impasto mettiamolo a riposare in una ciotola coperta da uno strofinaccio umido per almeno un’ora.

Trascorso il tempo di riposo dell’impasto, stendiamolo e mettiamolo in una teglia precedentemente unta con olio o con burro. Lasciamo sbordare la pasta in eccedenza all’esterno.

Prepariamo il ripieno: riempiamo una pentola con il latte e con un pizzico di sale e cuociamoci il riso al dente. A cottura ultimata lasciamolo raffreddare (sempre con il latte di cottura).

In una terrina uniamo un uovo più un albume, il parmigiano grattugiato, se vogliamo una spolverata di noce moscata (ed eventualmente la prescinseua) e mescoliamo bene.

Uniamo il ripieno così ottenuto nel latte con il riso e, dopo aver amalgamato bene, versiamolo nella teglia rivestita di pasta. Aggiungiamo qualche fogliolina di maggiorana o di altre erbette aromatiche.

Dopo aver ripiegato all’interno i lembi della pasta in eccesso, mescoliamo il tuorlo messo da parte in precedenza con dell’olio e spennelliamo sopra tutta la torta, riso incluso.

Cuociamo in forno caldo a 220 °C per 30 minuti.

La torta di riso salata è ottima da consumare il giorno dopo la sua preparazione in occasione di una gita o come una diversa pausa pranzo.

Può essere servita come piatto unico, magari accompagnata da un contorno di verdure, ma anche come antipasto o per un aperitivo, tagliandola in piccoli pezzetti monoporzione.

Curiosità : la celebre frase “Torta di riso finita” è una metafora ironica della presunta scarsa ospitalità delle strutture turistiche liguri nei confronti del “foresto” (turista o colui che proviene da fuori regione).

Rispondi