Canale Monterano e il suo borgo fantasma

[local w4nderingaroundtheplanet]

A meno di un’ora d’auto da Civitavecchia, a metà strada tra i monti della Tolfa ed il lago di Bracciano, nel comune di Canale Monterano si trovano le rovine dell’Antica Monterano, uno dei più suggestivi luoghi della Maremma Laziale.

Canale Monterano sorge ad opera di braccianti provenienti dalla Toscana e dall’Umbria, chiamati a disboscare le fitte macchie che ricoprivano il territorio. Le loro prime abitazioni furono semplici capanne che con il tempo vennero trasformate in “castelletti”, ovvero piccoli nuclei di case sparsi . In seguito Canale acquisì l’aspetto di un vero e proprio borgo, con abitazioni e botteghe affacciate lungo la strada che oggi corrisponde al Corso della Repubblica.

Durante il XVIII secolo sulla cittadella di Monterano si abbatté l’incubo della malaria, che decimò gran parte della popolazione, soprattutto quella contadina. Nello stesso periodo l’area passò sotto la Repubblica Romana, ma questa capitolò solo un anno dopo ad opera dell’esercito borbonico. Restaurato lo Stato Pontificio, un episodio cruento mise fine alla tormentata storia di Monterano: nel 1799 l’abitato fu infatti completamente distrutto e incendiato dall’esercito francese.

La collina dove sorgono i ruderi di Monterano è disseminata di sepolcreti etruschi. Vi si trovano inoltre piccole grotte ricoperte da una fitta vegetazione e alcune polle d’acqua ribollenti.

📸Da vedere a Monterano e Canale Monterano

Immancabile per chi passa dal borgo abbandonato di Monterano una visita alla Chiesa di San Bonaventura e al suo Convento, entrambi progettati da Lorenzo Bernini. Nel grande spiazzo davanti alla chiesa si trova oggi la copia della bellissima fontana a base ottagonale del Bernini, mentre l’originale è visibile in Piazza del Campo a Canale Monterano.

Altra tappa obbligatoria nel borgo è il Palazzo Baronale: su una delle sue facciate spicca la fontana con la Statua del Leone, sempre opera di Bernini. Si tratta anche in qeusto caso di una copia: l’originale è infatti conservata nell’atrio del palazzo comunale di Canale Monterano.

Non molto distante dalle rovine di Monterano troviamo i Giardini Botanici di Stigliano, anch’essi meritevoli di una visita, e i resti di un acquedotto romano.

Curiosità: il borgo abbandonato ha fatto da location a numerose famose pellicole, come Ben Hur con Charlton Heston nel 1959. Fu set anche per film italiani, come Guardie e Ladri del 1951 di Mario Monicelli e Steno, Brancaleone alle Crociate con Vittorio Gassman nel 1970 e Il Marchese del Grillo con Alberto Sordi nel 1981, entrambi di Monicelli.

💡Monterano e Canale Monterano: dritte BeLocal

Il borgo fantasma sorge all’interno di una riserva naturale, la Riserva naturale regionale Monterano.

La Riserva può essere visitata seguendo diversi itinerari, ognuno dei quali è identificato da un colore. Una volta scelto l’itinerario, basta seguire i paletti colorati piantati lungo i vari sentieri.

  • Sentiero Rosso: partendo dal parcheggio di Diosilla, sovrastante l’omonima cascata, si prende il sentiero sottostante la strada che prosegue all’interno della forra scavata dal torrente Bicione. Si continua seguendo il percorso color rosso.
  • Sentiero Verde: partendo dal parcheggio di Diosilla, si prende la strada in discesa giungendo in breve alla zolfatara. Si prosegue quindi sulla strada per circa 50 minuti arrivando al ponte sul Fiume Mignone; superatolo, si giunge alla biforcazione della strada e si va a sinistra sino a raggiungere un’area pic-nic. Si continua seguendo il sentiero segnato verde.
  • Sentiero Giallo: partendo dal parcheggio di Diosilla in circa 5-10 minuti si raggiunge la zolfatara, lasciata la quale si prosegue nel fondo valle, lungo una strada scavata dal torrente Bicione, fino ad arrivare in circa 50 minuti al ponte sul Fiume Mignone. Superatolo si giunge alla biforcazione della strada e si va a sinistra fino a raggiungere un’area pic-nic. Si continua seguendo i segnali del percorso giallo.

🍝Da provare a Monterano e Canale Monterano

Non molto distante dalle Terme di Stigliano troviamo la Locanda del Gusto. È la sosta ideale per un ottimo pasto con vista lago.

🚗Come arrivare a Canale Monterano

Il modo migliore per raggiungere la zona è via auto. Ecco le principali vie d’accesso.

Da Roma Nord-Est Raccordo Anulare: Cassia Veientana (Cassia Bis) – Cesano – Osteria Nuova – Bracciano – Manziana – Canale Monterano.

Da Roma Sud-Ovest Raccordo Anulare: Aurelia o Autostrada per Civitavecchia – Cerveteri – Bracciano – Manziana – Canale Monterano.

Da Viterbo: Cassia – Vetralla – Vejano o Capranica – Oriolo Romano – Canale Monterano.

Da Civitavecchia: Allumiere – Tolfa – Canale Monterano oppure S.Marinella – S.Severa – Furbara – Sasso – Manziana – Canale Monterano.

Rispondi