Cisano di San Felice del Benaco, un’oasi di pace sul Garda

[local martapirlo]

Cisano è una minuscola frazione di San Felice del Benaco, collocata su di una collina morenica
dalla quale si domina il golfo di Salò, comune che sorge sulla sponda bresciana a sud-ovest del
Lago di Garda, nella splendida Riviera dei Limoni.

Il piccolo borgo di Cisano è immerso tra gli ulivi e passeggiando tra le sue vie nasce senza
accorgersene la sensazione di essersi piacevolmente persi e di essere cullati dall’armonia dei colori delle case, dalle viste sul lago e dalla cornice delle montagne: a levante la cima del monte Baldo e ad occidente quella del monte Pizzoccolo.

📸Da vedere a Cisano

A Cisano si percepisce un’atmosfera di beato vivere, un’aria di altri tempi e di quieta modestia che sa di fatica contadina.

Cisano si colloca a mezza costa sulla collina che, digradando dalla Valle di Sant’Igaro verso il golfo di
Salò, costituisce un osservatorio naturale sulla bellezza del Lago di Garda.

Il nome di Cisano potrebbe derivare dal personale Caesius o dal basso latino, caesa, ovvero “tagliata”, “bosco tagliato”. L’insediamento risale al XVI secolo, anche se il borgo è più antico.

Villa Cisano, come era chiamata nel periodo tra il ‘500 ed il ‘700, si governava da sé e fra i
cognomi più ricorrenti tra sindaci e consiglieri c’erano i Cominelli.

La comunità di Cisano era dedita all’agricoltura e forse per questo si sentiva più legata a San Felice
che non a Salò, il capoluogo della Magnifica Patria e residenza di notabili e commercianti. Quando, nel 1927, il progetto di unificazione dei Comuni di San Felice e Portese escluse la frazione, assegnandola alla Municipalità di Salò, vi furono proteste da parte delle principali famiglie locali che ottennero infine di rimanere con San Felice.

L’aspetto che ha attualmente il borgo è frutto della ristrutturazione effettuata negli anni ’90 e durata circa un decennio. La piazza del borgo è dominata da alcuni palazzi caratterizzati da uno stile
architettonico tipico della casa di campagna, tra cui palazzo Cominelli sul lato occidentale, ora
sede di esposizioni e manifestazione d’arte, e palazzo Brunati su quello meridionale. La fontana presente in piazza fu edificata nel 1687.

La piccola chiesa di Cisano è dedicata a San Giovanni Battista Decollato, la cui festa ricorre ogni
cinque anni con una processione per le vie del paese.

🍝Da provare a Cisano

A coloro che desiderino fermarsi a mangiare qualcosa a Cisano si consiglia la Cantina de la Mirleta, un ristorante intimo e raccolto, suggestiva meta di gourmet e non solo.

🏠Dove alloggiare a Cisano

Per dormire e risvegliarsi nello splendido borgo si consiglia B&B Il Piccolo Paradiso, dalle facciate
di color pastello, da cui si ammira la bellezza degli ulivi verdi sulla vista blu del golfo di Salò.

Rispondi