Esplorando il Parco regionale dell’Antola

[local saratravelust]

Situato in Liguria, nella città metropolitana di Genova, il Parco Regionale Naturale dell’Antola è una delle zone più varie e ricche dal punto di vista naturalistico e faunistico dell’Appennino ligure. Incrociare sul vostro cammino un daino, o addirittura un branco, non è certo un evento raro! Così come non è difficile assistere alla fioritura di narcisi od osservare innumerevoli specie di volatili, tra cui il picchio rosso minore e, se siete fortunati, persino qualche piccolo falco.

Confinante a nord con il Piemonte e a est con l’Emilia-Romagna, il Parco dell’Antola comprende due vallate con aspetti geo-morfologici profondamente diversi: l’Alta Valle Scrivia e l’Alta Val Trebbia. Tutto il territorio del Parco è facilmente raggiungibile in auto partendo da Genova, ma anche da Pavia, Alessandria e qualsiasi comune limitrofo.

Ma cosa rende davvero speciale e unico questo Parco? Scopriamolo assieme.

📸 Da vedere nel Parco Regionale dell’Antola

Il Monte Antola, con i suoi 1.597 metri, è il massiccio montuoso più alto del Parco e si trova al confine tra quattro province: Genova, Alessandria, Pavia e Piacenza. Una volta giunti in vetta il panorama si apre sulle verdi valli circostanti, il Lago del Brugneto e, nel caso di una giornata particolarmente limpida, la Corsica in lontananza.

È facilmente raggiungibile a piedi grazie a diversi percorsi di trekking con differenti punti di partenza. Da Casa del Romano la vetta si raggiunge in circa 2 ore, circa la stessa percorrenza partendo da Capanne di Carrega (questi sono forse i sentieri con meno dislivello e più adatti a famiglie). È possibile inoltre raggiungere la vetta dal comune di Torriglia in poco più di tre ore: in questo caso il dislivello è di circa 800 metri.

Ricordiamo anche che il Monte Antola è una tappa della famosa Via del Sale-Via del Mare che collega la provincia Pavese con la Riviera ligure.

Il Lago del Brugneto è uno smeraldo d’acqua, il più grande della Liguria, racchiuso tra i boschi dell’Alta Val Trebbia. Di origine artificiale, il lago è stato creato nel 1959, anno in cui sono stati sommersi dalle sue acque i due piccoli borghi di Frinti e Mulini di Brugneto.

La zona è attrezzata con tavoli e griglie per un rilassante picnic nella natura e attorno al lago è percorribile un percorso trekking ad anello lungo 13.5 km, della durata di circa 6 ore. Il lago del Brugneto si raggiunge in auto da Torriglia imboccando la S.P. per S. Maria del Porto – Diga del Brugneto.

Il Castello della Pietra, sito nel comune di Vobbia, è un’incredibile e pittoresca costruzione racchiusa tra due speroni di conglomerato roccioso che svolgono il ruolo di bastioni. È uno dei più rilevanti monumenti dell’entroterra ligure, la cui data di realizzazione non è mai stata identificata con precisione: si ipotizza possa risalire circa al 1100.

Per raggiungerlo da Vobbia è necessario percorre un sentiero a piedi abbastanza ripido ma breve, adeguatamente segnalato. In alternativa, da località Torre si può scegliere di intraprendere il Sentiero dei Castellani, un percorso trekking di circa 1 ora e 30 a tratti molto panoramico.

Il Castello della Pietra è aperto tutte le domeniche e i festivi durante il periodo estivo e ad oggi è possibile visitarne gli interni, previa prenotazione di una visita guidata al costo intero di 5€ o ridotto di 4€.

Se vi recate invece alle Rocche del Reopasso non aspettatevi di certo un paesaggio simile a quello del Monte Antola. Costituite da estesi affioramenti di conglomerato di Savignone, le Rocche del Reopasso alternano placche scoscese a torrioni talvolta a strapiombo.

Essendo il territorio impervio e inospitale per l’uomo, è possibile osservare i picchi rossi minori che nidificano fra le rocce delle cime dell’Anchise (882mt), della Biurca (934-941mt) e della Carrega do Diao (946mt), oltre ad una cinquantina di altre specie di volatili.

Il trekking ad anello per raggiungere le Rocche del Reopasso parte da Crocefieschi ed ha un tempo di percorrenza di circa 2 ore e 30 per un dislivello di 350mt. Per gli escursionisti più esperti e dotati di attrezzatura è possibile percorrere la via ferrata Deanna Orlandini, sempre con partenza e rientro presso Crocefieschi.

💡Parco Regionale dell’Antola: dritte BeLocal

Durante il periodo tra maggio e giugno è possibile osservare la fioritura dei narcisi nel Parco dell’Antola. In particolare consiglio, seguendo la SS 45 Genova-Piacenza, di recarsi a Fontanarossa e percorrendo poco più di 1 ora di sentiero raggiungere Pian della Cavalla. Vi aspetterà un’immensa distesa di narcisi (ma ricordatevi, non vanno raccolti!).

Nel periodo natalizio il borgo caratteristico di Pentema, nel comune di Torriglia, si trasforma in un grande presepe a grandezza d’uomo. Il percorso è composto da oltre quaranta scene di vita quotidiana che illustrano come si vivesse nelle zone dell’entroterra ligure, fino a raggiungere la tipica stalla con la natività. Ogni anno il Presepe di Pentema viene realizzato con amore dai volontari a partire da mesi che precedono il Natale.

Durante l’ultimo week-end a cavallo tra giugno e luglio, nella serata di sabato e durante la domenica, si svolge sulla vetta del Monte Antola la Festa di San Pietro. In questa occasione i prati del monte si riempiono di tende da campeggio mentre i volontari cucinano la cena per tutti gli escursionisti. Verso sera inoltrata viene svolta una fiaccolata fino alla vetta del monte mentre il mattino successivo l’appuntamento è alle 5 per vedere sorgere l’alba con una buona fetta di focaccia ligure offerta.

🍯 Da provare nel Parco Regionale dell’Antola

Sono molti i prodotti tipici realizzati nel Parco Regionale dell’Antola che meritano di essere menzionati (e assaggiati!). Tra questi troviamo sicuramente il miele autoctono: qui vengono realizzate differenti varietà di miele, tra cui quello di castagno, acacia, erica, corbezzolo e il classico millefiori.
Nel comune di Torriglia è invece molto famoso il canestrelletto, un biscotto dolce a base di farina, burro e zucchero, realizzato da tutte le pasticcerie del paese in diverse varianti: tradizionali, ricoperti di cioccolato o addirittura al pistacchio, una volta assaggiati non riuscirete più a dimenticarli! A metà maggio, sempre a Torriglia, ha luogo la Sagra del Canestrelletto, un evento imperdibile per gli appassionati di gastronomia.

Nella Valle Scrivia viene prodotto un ottimo sciroppo di rose, spesso biologico, famoso anche grazie alla Festa delle Rose che ha luogo ogni anno a Busalla nel mese di giugno.

Infine, troviamo un prodotto esclusivamente coltivato nell’Appenino Ligure: la patata quarantina bianca. Sono presenti numerose aziende agricole iscritte al Consorzio della Quarantina in diversi comuni dell’appenino come Torriglia, Rovegno, Valbrevenna e Savignone. Per essere sicuri si tratti di questa specifica tipologia di patate controllate sempre che l’azienda da cui state acquistando faccia parte del Consorzio, unico garante della qualità.

🏡 Dove alloggiare nel Parco Regionale dell’Antola

Se decidete di visitare il Parco dell’Antola è possibile fermarsi a dormire in diversi luoghi, in base a quale parte del parco avete scelto.

Qui vi lasciamo una lista di alcune possibili soluzioni:

Val Brugneto Country House, Rondanina (GE)
Rifugio Parco Antola, Propata (GE)
B&B Villa Tiffany, Torriglia (GE)
B&B del Cuore, Tonno (Valbrevenna, GE)
Savibed B&B, Broglio (Savignone, GE)

🚗 Come raggiungere Parco Regionale dell’Antola

Il parco Regionale dell’Antola si può raggiungere in autostrada:

• Da Nord attraverso l’autostrada A7 Genova – Milano (uscite di Isola del Cantone, Ronco Scrivia e Busalla);
• Dalla Riviera attraverso l’autostrada A 12 Genova – Rosignano (uscita casello Genova Est).

Oppure attraverso strade alternative:
• La SS 35 dei Giovi che collega Genova con Tortona;
• La SS 45 Genova – Piacenza che collega Genova – Prato (in prossimità del casello Genova Est) con Torriglia, Rovegno e Gorreto;
• La SP 226 che collega Busalla con Laccio e da qui si prosegue sulla SS 45 della Val Trebbia.

Infine è possibile raggiungere diverse località grazie alla rete locale di autobus ATP S.p.a. (Azienda trasporti provinciali), in partenza da Genova.

Rispondi