Pasta alla norma

[food expert mimosamilano]

La pasta alla norma è uno dei piatti più rinomati nel panorama gastronomico siciliano e il suo nome è sicuramente legato all’omonima opera lirica di Vincenzo Bellini, anche se ci sono due versioni a riguardo.

Secondo la prima versione , la rappresentazione dell’opera belliniana Norma, tenutasi per la prima volta al teatro La Scala di Milano fu un vero fiasco, così per sollevare il morale del compositore uno chef siciliano dell’epoca avrebbe creato questo piatto per dedicarlo all’opera del suo compaesano.

La seconda versione, decisamente più poetica, vuole che nel 1920 a Catania si sia tenuto un pranzo tra Angelo Musco e Nino Martoglio, due personaggi di spicco nel panorama culturale siciliano dell’epoca. Pare che Martoglio, piacevolmente colpito dalla bontà di questo primo piatto, abbia esclamato rivolgendosi alla cuoca Signora Saridda, chista è ‘na vera Norma, una battuta usata per definire qualcosa eseguito a regola d’arte e che regalò il nome a questo primo piatto. 

Ingredienti per 4 persone:

  • Pennoni 400g
  • Melanzane 700g
  • Passata di pomodoro 500ml
  • Basilico fresco
  • Ricotta salata di bufala 80g
  • Olio evo

Procedimento:

Come primo passaggio mettere a scaldare in una padella dai bordi alti due dita di olio d’oliva.

Affettare le melanzane a cubetti da 2 cm e, quando l’olio sarà caldo, friggerle finchè non saranno dorate, poi sollevarle e lasciarle scolare su carta da cucina.

In alternativa alla frittura, le melanzane si possono rosolare in padella con olio di oliva rimestandole ogni tanto, a voi la scelta!

Intanto mettere a bollire l’acqua per la pasta.

In una padella dai bordi alti far rosolare l’aglio in camicia, leggermente schiacciato, con un filo di olio evo.

Aggiungere la passata di pomodoro, salare e lasciare cuocere per 15 minuti a fuoco medio facendola restringere leggermente, alla fine aggiungere  i ¾ delle melanzane fritte. 

Quando i pennoni saranno cotti, scolarli e mantecarli nella padella con poca ricotta e abbondante basilico fresco.

Completare con le restanti melanzane, la ricotta salata grattugiata a taglio grosso e qualche altra foglia di basilico.

Rispondi