Aielli: un’esplosione di colori nel piccolo borgo abruzzese

[Local Roberto Rinaldi]

Il piccolo comune di Aielli (AQ), posizionato nel territorio marsicano, è composto in realtà da due piccoli borghi: il primo, Aielli Alto, a più di mille metri di altitudine, e il secondo, Aielli Stazione, che si trova appunto nei pressi della stazione ferroviaria e che fu ricostruito dopo il forte terremoto del 1915.

Siamo nell’area del Parco Regionale del Sirente-Velino, e grazie alla sua elevata posizione, Aielli viene soprannominato “Il balcone della Marsica”, grazie agli incredibili panorami sia sul versante del Fucino che su quello del Monte Sirente.

📷 Da vedere ad Aielli

Fino a non molto tempo fa questo piccolo paese è rimasto poco conosciuto, fino a quando nel 2018 non è entrato a far parte dei Borghi Autentici d’Italia.

Proprio per questo motivo l’amministrazione si è attivata per eliminare dalla parte storica del paese asfalto e cemento, per sostituire tali materiali con sanpietrini e pietra lavica, materiali decisamente più adatti ad un antico borgo.

Negli ultimi anni è diventato un vero e proprio museo a cielo aperto grazie a Borgo Universo, un festival di street art, musica, performance e astronomia, che tramite il linguaggio dell’arte riesce a valorizzare piccoli e grandi scorci del paese.

E oggi, pur mantenendo ancora l’anima di un borgo antico, è allo stesso tempo un centro moderno e coloratissimo.

Durante il periodo estivo di ogni anno ormai, numerosi artisti di fama internazionale e non (Okuda, Millo, Zamoc, Alleg, Matlakas e molti altri) scatenano il loro genio e la fantasia per realizzare nuovi murales – è proprio il caso di dirlo – davvero spaziali.

Perdersi tra gli stretti vicoli del borgo e andare in cerca dei numerosi e coloratissimi murales, è una delle esperienze più originali, stravaganti e indimenticabili, per gli amanti della street art e non solo.

💡 Aielli: dritte BeLocal

A soli 10 minuti di auto da Aielli è possibile far visita alle Gole di Celano, da sempre ritenute fra le più belle d’Italia, racchiuse in un canyon calcareo incastonato fra le pareti verticali del Monte Sirente e del Monte Tino.

A modo loro, anche le Gole di Celano sono una grandiosa opera d’arte. Il risultato di un imponente fenomeno erosivo avvenuto nel corso di migliaia di anni, una profonda valle la cui genesi è da attribuire al corso d’acqua Rio la Foce, che col millenario incedere erosivo ha modellato, inciso e scolpito i calcari compatti dei massicci, dando origine a questa stretta valle con pareti a strapiombo, e che oggi abbiamo la fortuna di attraversare.

🏠 Dove alloggiare ad Aielli

Se avete deciso di passare un weekend ad Aielli ci sentiamo di consigliarvi le seguenti strutture ricettive:

  • Bed & Breakfast Il Tempo
  • Bed & Breakfast Il Borgo
  • Little Tower
  • Marinella’s House

🚋 Come arrivare ad Aielli

Da Nord e da Sud

Imboccare l’autostrada A14 (da nord: in direzione di Ancona; da sud: in direzione Pescara), seguire la direzione Roma, continuare sull’autostrada A 25 Roma – Pescara, uscire a Aielli/Celano, proseguire in direzione Aielli, svoltare sulla SS 5 in direzione di Pescara, continuare sulla SP 61 per entrare ad Aielli.

Da L’Aquila

Prendere la SS 17, proseguire sulla SR 5BIS, attraversare Pianola, Terranera, Rocca di Mezzo, Rovere, Ovindoli, San Potito, Casalmartino, Celano e continuare fino ad Aielli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...