Castel del Monte: il capolavoro del Medioevo

[Guest local thewanderlustcreator]

Correva il XIII secolo e l’allora Imperatore del Sacro Romano Impero, Federico II di Svevia, soprannominato “Stupor Mundi” per la sua vastissima cultura, commissionò la costruzione di un castello che sarebbe passato alla storia come simbolo dell’architettura medievale.

Situato sul punto più alto dell’altopiano delle Murge occidentali, Castel del Monte domina l’immaginario simbolico e cultura pugliese avvolto in magia e mistero.

📷 Da vedere a Castel del Monte

Arrivando di fronte al Castello, non ci si stupisce del fatto che l’edificio sia stato inserito tra i monumenti del Patrimonio dell’Umanità UNESCO nel 1996

Costruito sulla base di un profondo rigore geometrico e matematico, Castel del Monte colpisce per la sua forma ottagonale che sembra quasi richiamare quella di una corona, rappresentazione del potere imperiale di cui Federico II godeva ai tempi della sua costruzione.

Il numero otto ricorre in moltissimi elementi della costruzione: otto sale al piano terra, otto quelle del primo e otto sono le torri che lo rendono così memorabile ai suoi visitatori.

Il contrasto cromatico derivante dalla breccia corallina, la pietra calcarea e i marmi di cui è forgiato, donano al Castello un’aura di mistero e imponenza sull’intero paesaggio naturale circostante.

Durante la visita è impossibile non rimanere impressionati dall’enorme differenza con la maggior parte dei castelli medievali: nessun mura di cinta o fossato sembra essere mai stato costruito per proteggerlo. Ciò ha alimentato moltissime ipotesi sulla sua funzione: tempio, luogo dedicato allo studio o al relax, ancora oggi nessuno è in grado di dare una risposta.

Castel del Monte, però, non è riconosciuto solo per la sua perfezione geometrica ed i significati simbolici ad esso legato, bensì anche per l’eccellente capacità di mescolare stili artistici diversi: dall’arte romanica caratterizzante i leoni sul portale si passa allo stile classico dei fregi di alcune parti del castello, per arrivare a quella islamica del disegno pavimentale e dei materiali utilizzati.

Procedendo verso l’interno, si ha la sensazione di perdersi in un labirinto: tutte le sale, ormai spoglie dalla maggior parte delle decorazioni presenti in passato, sembrano essere progettate per guidare il visitatore in un percorso obbligato legato a simbologie astronomiche.

I due piani e le torri, inoltre, sono collegati da scale a chiocciola di senso antiorario, in contrapposizione rispetto alla regola medievale.

Sollevando la testa ci si accorge di resti di marmo e mosaici scomparsi nei secoli a causa di vandalismo e negligenza. Ciononostante, quello che attira davvero l’attenzione è il gioco di luci e ombre che si crea durante il solstizio e l’equinozio. Questo dipende proprio dalla posizione in cui è stato costruito il castello.

I misteri che aleggiano intorno a questo Castello sono numerosissimi e contribuiscono ad alimentare l’interesse dei milioni di turisti che ogni anno raggiungono le colline della Murgia per visitarlo. Sconosciute sono le motivazioni della sua costruzione da parte di Federico II, così come sconosciuto è l’utilizzo che di esso è stato fatto negli anni della sua vita. Alcune fonti affermano che, per via della sua posizione in altura, il castello venne eretto come punto di riferimento per orientare la navigazione nel tratto di mare fra Trani e Barletta. Fu solo dopo la morte di Federico II che iniziò ad essere adibito a prigione, per poi diventare dimora di numerose famiglie nobili

La storia lo ha visto anche vittima di numerose barbarie, asilo per pastori erranti, criminali o rifugiati politici, che spiegano il motivo del suo essere così spoglio all’interno. Finalmente, verso la fine del 1800, lo Stato Italiano decise di acquistare la proprietà ad un prezzo irrisorio per sottrarlo ad ulteriori danneggiamenti ed avviare lavori di ristrutturazione che durano ancora oggi. 

L’importanza di Castel del Monte nella cultura pugliese ed italiana è ben visibile ancora oggi: si pensi che nel 1998 la sagoma del castello venne scelta per la moneta da 1 centesimo coniata nello stato italiano. In più, la sua forma ottagonale è presente nella bandiera della Regione Puglia, nello stemma del Politecnico di Bari e in numerosi altri loghi di entità della regione. 

💡 Dritte BeLocal

Per beneficiare a pieno della visita, pedalate tra le strade della Murgia che si estende ai piedi del Castello. La Murgia (o le Murge) è un altopiano carsico di circa 4000km quadrati e ricco di varietà di piante e animali inimmaginabili. 

In particolare, percorrendo in macchina la strada che collega Castel del Monte con Altamura, potrete osservare un panorama mozzafiato cambiare di tonalità: dal verde dei boschi e del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, si passa al giallo oro dei campi di grano e di legumi, in cui le piccole cascine di legno sono l’unica forma di vita umana visibile.

A seconda della stagione, potrete godere di uno spettacolo naturale diverso, respirando aria fresca e circondandovi solo di silenzio.

Nell’area di Andria accertatevi anche di visitare le doline, valli in cui è possibile incontrare delle grotte che in epoca preistorica vennero abitate dall’uomo

Informatevi anche sulla possibilità di unirvi ad un gruppo di visita guidata per beneficiare al meglio dell’esperienza, o di visitare la zona a cavallo percorrendo sentieri dedicati.

🍷 Da provare nella zona dell’Alta Murgia

La zona dell’Alta Murgia è famosa per le numerose specialità culinarie, introvabili altrove in Italia. 

Dal pane di Altamura, alle mozzarelle di Andria, all’olio d’oliva pregiato prodotto in tutte le località della Murgia, così come prodotti coltivati nell’area quali funghi cardoncelli, cicoriella e lampascioni: ovunque tu decida di fermarti, non rimarrai mai a bocca asciutta!

Per un’esperienza culinaria con i fiocchi ti consiglio l’Agriturismo Posta Mangeri (a circa 20 minuti di macchina da Castel del Monte) e l’Osteria Radici, a Gravina (a circa 40 minuti da Castel del Monte). 

🏚️ Dove alloggiare a Castel del Monte

Situato a 2km da Castel del Monte, l’Agriturismo Montegusto è l’opzione migliore per alloggiare a due passi dal castello e provare l’esperienza di risiedere qualche giorno in un’antica masseria. La struttura ospita anche un ristorante, un open bar e uno spazio eventi.

🏎️ Come arrivare a Castel del Monte

Castel del Monte è facilmente raggiungibile in auto tramite l’autostrada Adriatica A14 (Bologna-Taranto), prendendo l’uscita Barletta-Andria. In treno è raggiungibile da Bari ad Andria, per poi proseguire con il bus fino al castello.

A 45 km si trova anche l’aeroporto di Bari che consente il raggiungimento del Castello tramite macchine a noleggio o treni da diverse mete, sia italiane che internazionali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...