Una passeggiata per Verona

[Guest local poracci_in_tour]

Benvenuti a Verona: oggi camminiamo per le vie della nostra città e scopriamo insieme la sua storia e i suoi principali monumenti, attraverso le epoche storiche che ne hanno scandito la storia.

Prenderemo a riferimento i vari punti di interesse e partendo da questi faremo un percorso per la città che potrete allungare o accorciare a vostro piacimento, in base al tempo che avete a disposizione.

Basilica di San Zeno

Partiamo con il nostro tour da piazza San Zeno, una delle piazze più belle di Verona. Qui sorge la basilica di San Zeno, dedicata al patrono della città di Verona.

Si tratta di una basilica romanica con alcune importanti peculiarità artistiche. La prima è il portone composto da formelle in bronzo, fuse ognuna singolarmente e che rappresentano storie del Vecchio e Nuovo Testamento. La seconda è la celebra pala del Mantegna, collocata sull’altare.

Castelvecchio

Lasciando la basilica di San Zeno alla nostra sinistra proseguiamo fino alla giovanile piazza Pradaval e poi incamminiamoci verso le Regaste San Zeno.

Questo percorso in riva al fiume Adige permette di avere una vista privilegiata sul ponte di Castelvecchio, uno dei simboli della città.
Si passa vicino alla piccola chiesa di San Zenetto, la “sorellina” della basilica di San Zeno.

Qui si trova la pietra su cui San Zeno, primo vescovo di Verona, si fermava a pescare nell’Adige.

Castelvecchio è il principale edificio che testimonia la presenza dei Della Scala a Verona nel Medioevo. Gli Scaligeri furono infatti signori della città tra il Duecento e il Trecento.

Arrivati a Castelvecchio si può entrare nello spazioso cortile e visitare il museo progettato da Carlo Scarpa. Entrare nel museo è l’unico modo per entrare nel castello.

Se avete poco tempo a disposizione, vi consigliamo di impiegarlo con una passeggiata fino al ponte di Castelvecchio e ammirate il panorama sull’Adige.

Arena di Verona

Ci lasciamo a questo punto alle spalle Castelvecchio e proseguiamo il nostro percorso seguendo via Roma.

Lungo la via troviamo il settecentesco Teatro Filarmonico, e alla fine si apre la spaziosa piazza Bra. La piazza è contornata dal municipio, dal palazzo della Gran Guardia, dal liston (zona da passeggio con palazzi antichi e, oggi, numerosi ristoranti).

Ma la vera regina della piazza è indubbiamente l’Arena.

L’anfiteatro romano fu costruito qui nel I sec. a.C.: ospitava combattimenti tra gladiatori, tra gladiatori e belve, talvolta anche battaglie navali.
Oggi l’Arena è l’anfiteatro più antico al mondo, ancora in uso per concerti e spettacoli: non perdetevi la rappresentazione di un’opera all’Arena durante l’estate!

È magico soprattutto il momento poco prima che lo spettacolo inizi, quando tutti i presenti accendono una candelina e, nel buio, l’Arena si illumina di mille lucine.

Casa di Giulietta

E ora, dopo esserci lasciati abbagliare dalle luci, continuiamo la nostra passeggiata per Verona.

Seguendo via Mazzini, ricca di negozi eleganti, si giunge in piazza Erbe, ma noi qui deviamo un attimo a destra e ci rechiamo ad ammirare il balcone di Giulietta. Tutti conoscono questa celebre quanto tragica storia d’amore e rivalità, a noi dispiace molto ma dobbiamo raccontarvi la verità su questo luogo dall’atmosfera romantica.

Il balcone di Giulietta è in realtà un pezzo di sarcofago proveniente dal museo di Castelvecchio e aggiunto come balcone negli anni Trenta.

Non si sa se qui sia vissuta veramente Giulietta Capuleti, anche se la casa era effettivamente di proprietà di una famiglia chiamata Cappelletti.

Quel che è certo è che nel corso dei secoli fu una locanda e addirittura una farmacia. Ma una tappa qui è d’obbligo, se non altro per toccare la celebre “tetta di Giulietta” e sperare che vi porti fortuna!

Piazza delle Erbe

Tornando sui nostri passi arriviamo in piazza Erbe, quella che in epoca romana era il Foro, mentre nel corso dei secoli successivi divenne la piazza del mercato.

Al centro della piazza si trova la statua di Madonna Verona che rappresenta la città, mentre in fondo troviamo la colonna del leone di San Marco, lascito della dominazione veneziana.

A metà della piazza giriamo a destra e passiamo sotto l’Arco della Costa. Qui infatti è appesa una “costa” (costola) di balena ma nessuno sa perché fu attaccata proprio lì.

Entriamo così in Piazza dei Signori, conosciuta dai veronesi come Piazza Dante. Al centro infatti si trova una statua di Dante Alighieri che soggiornò proprio a Verona, nel vicino palazzo della Regione, mentre scriveva il Paradiso. Il Paradiso è infatti dedicato alla famiglia degli Scaligeri, che lo ospitò.

Sottoriva

Proseguendo e passeggiando per vicoli caratteristici e costeggiando le Arche Scaligere (le tombe dei Della Scala) si giunge a Sottoriva e ci si avvicina nuovamente al fiume Adige.

Questa zona è molto particolare e suggestiva per fermarsi a bere un drink prima di proseguire con il nostro tour.

Infatti da qui in poi si svolta a sinistra e si prosegue fino all’antichissimo ponte Pietra. Il ponte fu fatto costruire in epoca romana ma nel 1945, quando l’esercito tedesco lasciò la città, venne bombardato insieme a tutti gli altri ponti: per questo parte di esso è ricostruita.

La parte più antica del ponte, quella romana, è costituita da blocchi in pietra bianca, i mattoni invece fanno parte della ricostruzione che fu fatta nel dopoguerra.

Dal ponte il panorama sulla città è meraviglioso, ma per ammirare il panorama più spettacolare di Verona dovete recarvi sulla vicina collina, al Castel San Pietro, poco sopra il Teatro Romano.

La collina può essere raggiunta a piedi o con la funicolare, prendetevi del tempo per andare lassù e lasciate che gli occhi si riempiano di bellezza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...