Ferrara: alla scoperta della città estense

[Guest local Il mondo attraverso Alice]

Ferrara è una magnifica città d’arte dell’Emilia-Romagna che venne governata dalla famiglia Estense quando, nel XIII secolo, si trasferirono nella città e ne fecero un importante centro politico e culturale.

La città è divisa in due parti: la parte medievale e la parte rinascimentale che si fondono insieme, e questo la rese la prima capitale moderna d’Europa, diventata anche Patrimonio dell’Umanità.

Ferrara è circondata da una cinta muraria ancora integra e percorribile, e che poche altre città italiane possono vantare.

Il centro storico a misura d’uomo è visitabile a piedi o in bicicletta (Ferrara è anche chiamata infatti Città delle Biciclette), così come le mura, ed è bella in qualsiasi stagione grazie ai numerosi eventi organizzati come il Palio a maggio, il Buskers Festival in agosto o il Balloons Festival a settembre, il più importante d’Italia.

📷 Da vedere a Ferrara

Castello Estense

Il fulcro del centro storico di Ferrara è sicuramente il Castello Estense, voluto da Niccolò II d’Este dopo una rivolta popolare, e realizzato da Bartolino da Novara. Il castello è circondato da un fossato e ha tre entrate da cui si accede tramite ponti levati.

E’ stato creato un percorso museale e si possono visitare le prigioni e le sale interne affrescate, oltre al Giardino degli Aranci e alla Torre dei Leoni da cui si gode di una meravigliosa vista sui tetti della città, soprattutto al tramonto.

Cattedrale di Ferrara

In Piazza Trento e Trieste si trova il Duomo, il principale luogo di culto della città. La bellissima facciata in marmo bianco è in stile romanico e sopra la porta principale c’è un bassorilievo di San Giorgio che uccide il drago, il patrono di Ferrara; la parte superiore invece è in stile gotico e presenta piccole arcate.

La fiancata che dà su Piazza Trento e Trieste è la Loggia dei Merciai che ospita negozi sin dal Medioevo.

Al momento il Duomo è chiuso al pubblico per sistemare i danni subiti dal terremoto del 2012.

Rotonda Foschini

In una via nascosta vicino al Castello Estense merita una visita la Rotonda Foschini, un luogo davvero magico. La Rotonda sarebbe il cortile ovale del Teatro Comunale di Ferrara, chiamata così come dedica ad Antonio Foschini, uno dei progettisti del teatro.

Palazzo dei Diamanti

Ultimo ma non meno importante, il Palazzo dei Diamanti che si trova all’incrocio con via Ercole d’Este, detta anche la via più bella d’Europa, che dal Castello arriva fino alle mura della città.

La facciata del Palazzo dei Diamanti è formata da punte a forma di diamante e la leggenda vuole che all’interno di una di queste punte Ercole I d’Este ne abbia nascosto uno della sua corona.

Il Palazzo ospita la Pinacoteca Nazionale e mostre importanti che attirano molti turisti ogni anno.

Le mura

Le mura di Ferrara sono percorribili per circa 9 chilometri e sono state inserite nella lista dei siti Patrimonio Unesco.

I tratti pianeggianti sono frequentati dai ferraresi che vogliono stare all’aria aperta per fare una passeggiata o per fare sport a contatto con la natura.

Recentemente è stato portato alla luce un nuovo Parco Archeologico nella parte meridionale delle mura, più precisamente in via Baluardi, e chiamato Baluardo dell’Amore.

Il progetto di riqualificazione paesaggistica ha permesso di collegare il percorso sopra le mura, da cui si può ammirare via Porta d’Amore e il campanile di San Giorgio.

💡 Ferrara: dritte Belocal 

Ti piace il vino? Allora non puoi perderti lEnoteca Al Brindisi, vicino alla Cattedrale, originariamente chiamata “Hostaria del Chiuchiolino”. Al Brindisi è entrata a far parte del Guinness dei Primati per essere l’enoteca più antica del mondo, già famosa nel 1435 di cui si sono trovati i primi scritti.

Al primo piano soggiornò anche Nicolò Copernico, famoso astronomo polacco che sostenne la teoria del sistema eliocentrico (il Sole si trova al centro e i pianeti ruotano intorno ad esso) e che studiò all’Università di Ferrara dove conseguì la laurea nel 1503.

Se si vuole fare un viaggio indietro nel tempo, Al Brindisi è il luogo adatto.

Ferrara è anche piena di vie super instagrammabili e, dopo via Ercole d’Este, la più famosa e suggestiva è Via delle Volte, una strada medievale formata da archi che sostenevano i collegamenti tra gli edifici posti ai lati; i mercanti potevano quindi entrare nei loro magazzini senza passare per la strada.

Via delle Volte è anche ricordata come una delle vie più tristemente note di Ferrara, in quanto di notte era popolata da prostitute e banditi.

Oggi si possono trovare locali e ristoranti che offrono cucina tipica ferrarese.

Per San Valentino, gli innamorati devono assolutamente percorrere via Carlo Mayr addobbata con cuori rossi sospesi.

Un’altra via molto carina di Ferrara e che mi piace fotografare è via Zemola, sempre piena di fiori che ornano i balconi.

Una via poco conosciuta e un po’ fuori dal centro storico è via Vecchie, che unisce via Savonarola con via Saraceno, e dove probabilmente abitavano le vecchie dame della famiglia Estense.

🍝 Da provare a Ferrara

Non si può venire a Ferrara e non fermarsi a mangiare da Cusina e Butega in Corso Porta Reno. Qui si possono gustare piatti della tradizione ferrarese ed emiliano-romagnola oppure acquistare i prodotti della regione.

Altri ristoranti che consiglio sempre sono Il Mandolino e Cà d’ Frara Trattoria Moderna in cui i titolari stanno sempre attenti alla tradizione.

Un ristorante atipico invece è il Sebastian Pub, in zona Darsena, costruito su una nave e in cui vengono servite pizze e hamburger buonissimi.

Da provare assolutamente sono i cappellacci alla zucca, il pasticcio ferrarese e la salamina con purè; come dolce invece, fate una bella scorpacciata di tenerina, salame al cioccolato e panpepato (dolce tipico natalizio).

Al tavolo avrete sempre un cestino con il pane tipico di Ferrara, la coppia ferrarese. Una volta provata, non potrete più farne a meno.

🏠 Dove alloggiare a Ferrara

Ferrara offre sistemazioni per tutte le tasche. Nel centro storico si trovano molti hotel e b&b che danno la possibilità di noleggiare biciclette per esplorare Ferrara come un vero local.

Se si decide di alloggiare fuori dalle mura, gli appartamenti di Airbnb sono solitamente molto convenienti e ben serviti dagli autobus.

🚗 Come arrivare a Ferrara

Ferrara è facilmente raggiungibile in auto, in treno oppure in aereo.

L’aeroporto più vicino è quello di Bologna che dista circa un’ora da Ferrara. Da Bologna si può prendere una navetta e raggiungere la stazione dove i treni molto frequenti portano a Ferrara in 30-40 minuti.

La stazione dei treni di Ferrara si trova a circa 1,5km dal centro storico ed è possibile raggiungerlo utilizzando diverse linee bus che partono davanti la stazione, oppure con una bella camminata.

Se invece si arriva in macchina, ci sono vari parcheggi gratuiti o a pagamento e non sono neanche molto cari.

Il parcheggio più vicino al centro è Kennedy che può costare al massimo 3,20 € fino a mezzanotte nei giorni feriali, mentre nei festivi è gratuito; se invece preferite non pagare, consiglio il parcheggio Ex Mof, in via Darsena, a circa un chilometro dal centro.

Un commento Aggiungi il tuo

  1. fravikings ha detto:

    Bellissima! E’ stato l’ultimo viaggio prima della chiusura! C’è anche la birreria più antica d’Europa 🙂

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...